Lavorare in Romania come Barman

lavorare in Romania
Lavorare in Romania

Diciamoci la verità, senza troppi fronzoli o provando a girarci intorno. Per un italiano, l’idea di andare in Romania (in linea di massima) non è che sia così interessante. Molte persone sono piene di preconcetti che vengono instillati dall’ambiente in cui vivono, e per anni io stesso ho sentito parlare spesso male dei rumeni, provocando come diretta conseguenza quella di inquinare l’opinione del posto da cui provengono.

Eppure ho diversi amici rumeni e conosco tantissime persone che, come loro, definirei SQUISITE. Grandi lavoratori, persone genuine e leali che si farebbero in quattro per me, se glielo chiedessi. E non mi sorprenderei se anche tu avessi avuto delle esperienze positive come le mie con questo popolo, perché, diciamoci la verità: in ogni nazione ci sono delle mele marce e generalizzare è sempre un grosso azzardo.

Quindi, prima di continuare questa lettura, ti invito ad eliminare qualsiasi pregiudizio tu possa avere sul paese di cui ti sto per parlare e ad aprire la mente alle soprese che potrebbe avere in serbo per te.

Tanto per cominciare, mi riferisco a paesaggi incredibili, lunghe spiagge incontaminate, castelli e cittadine medioevali, meravigliose montagne e foreste, ma non solo..!

Sì perché, forse non lo sai, ma da qualche anno tutto l’est Europa sta vivendo un vero e proprio rinascimento che ha portato a una grande crescita in tutti i settori.

Tra tutte, la Romania ha una delle economie in più rapida crescita in Europa e attualmente ci sono buone opportunità di lavoro per te che hai deciso di fare carriera nel mondo della notte.

E lo so perché l’80% dei datori di lavoro nel campo dell’horeca ha reali difficoltà nel trovare personale qualificato ed è per questo motivo che con un CV fatto bene e ricco dei nostri attestati, otterrai lavoro nel giro di poche settimane.

Ma com’è vivere in Romania?

Lavorare in romania
Vivere in Romania

Partiamo dal principale motivo per cui dovresti scegliere questa meta, ovvero il costo della vita e il favorevole cambio con l’euro. Nonostante faccia parte dell’Unione Europea dal 2007, infatti, la Romania ha deciso di non abbandonare la sua moneta.

Il LEU, identificato con la sigla RON, vale 0,20 cent di euro, quindi come straniero il tuo potere d’acquisto sarà molto alto rispetto ai residenti.

Nelle piccole città come Lesi, Cluj e Pitesti mantenerti sarà un gioco da ragazzi, mentre nelle città più grandi e soprattutto nella capitale, Bucarest, i prezzi salgono leggermente, ma ci sono anche più possibilità di trovare il lavoro dei tuoi sogni! 😉

In generale, la spesa al supermercato costa la metà rispetto all’Italia e l’abbonamento mensile ai mezzi pubblici viene intorno ai 10 euro. Questi ultimi non sono molto efficienti, ma diciamoci la verità, nemmeno in Italia spicchiamo in questo campo e gli abbonamenti costano molto di più!

Gli affitti saranno la spesa più alta, ma per fortuna ancora non si toccano le cifre esorbitanti a cui siamo abituati dalle nostre parti.

Per un monolocale in centro città il prezzo si aggira intorno ai 500 euro al mese, mentre per un trilocale, la cifra sale a 1000 euro. Chiaramente se deciderai di spostarti verso le periferie i prezzi si abbassano molto, ti lascio qui l’articolo su come trovare casa all’estero che ti aiuterà a fare chiarezza su tutti i tuoi dubbi.

La cosa che ti consiglio è affidarti a un’agente immobiliare: avere un intermediario che ti aiuta a capire la zona in cui conviene affittare un appartamento e che ti supporta con la lingua sarà molto utile, soprattutto agli inizi!

Rispetto alle altre spese che ti troverai ad affrontare, ecco qui qualche esempio:

  • bollette: 90 euro al mese
  • abbonamento internet: 9 euro al mese
  • cena al ristorante per 2 persone: 25 euro
  • un biglietto del cinema: 6 euro
  • abbonamento in palestra: 35 euro al mese

Lo stipendio medio del paese è di 650 euro, ma un barman guadagna intorno ai 900 euro mensili, che non ti sembrerà tanto, ma ricordati che è tutto commisurato al costo della vita.

In più, qui parliamo di fare il barman in un locale “normale”, ma se sei uno studente della nostra Accademia, allora dovresti puntare alle location più altolocate che offrono le migliori condizioni economiche. E perché il concetto ti sia ben chiaro, lo stesso vale anche in Italia, dove la media degli stipendi non sarà la fine del mondo, ma dove non mancano anche le opportunità di livello per chi capisce come coglierle.

A tale proposito, ti invito a seguire (o riguardare se è passato un po’ di tempo) il nostro Master sul Lavoro e il Curriculum in cui spiego per filo e per segno come spingere la tua carriera in una direzione ben al di sopra della media: ti puoi iscrivere gratis da qui e seguirlo in streaming anche dal divano di casa tua.

Se l’idea di non sapere una parola di rumeno, ti sta facendo desistere dall’idea di trasferirti in questo paese, sappi che in realtà in Romania, parlano anche francese, inglese e italiano! Quindi in un modo o nell’altro sono certo che ti farai capire benissimo.

Per quel che riguarda la lingua da parlare dietro al bar, ti lascio qui il link al gruppo Shake Your English (qui trovi il sito con tutti i corsi disponibili), dove il nostro trainer Mario Pizzituti, insegna proprio l’inglese che ti serve dietro al bancone e che ti aiuterà a muovere i primi passi all’interno di un’attività nel paese straniero che sceglierai.

Lavorare in Romania come barman

lavorare in Romania
Lavorare in Romania

Sono molti i settori in cui è facile trovare lavoro in Romania, ma il campo turistico e dell’hospitality stanno crescendo in fretta grazie al rinnovato afflusso di turismo post pandemia.

La cosa fondamentale è che tu abbia un CV ben fatto (ti lascio qui il link su come impostarlo al meglio) dove sottolineare e mettere in evidenza tutte le tue capacità come barman e dove inserire anche gli attestati che ti certificano come un professionista in tutto il mondo.

Con i tuoi attestati conseguiti alla MIXOLOGY Academy, i datori di lavoro ti preferiranno certamente alla scarsa concorrenza che incontrerai e se in più fai buona impressione al colloquio, il gioco è fatto!

Hai già visto il nostro articolo su come affrontare al meglio un colloquio di lavoro? Corri a leggerlo qui.

“Ma in Romania ci sono cocktail bar importanti?

Forse ti sei fatto questa domanda e voglio rassicurarti.

Se stai pensando che, fra le varie mete europee, la Romania non sia il posto adatto dove fare un’esperienza come barman, preparati a ricrederti.

Fino a qualche anno fa a Bucarest c’era solo un locale degno di essere definito cocktail bar, ma, complice la crescita economica e l’afflusso di turismo, oggi non è più così.

Negli ultimi anni, hanno aperto molti bar e cocktail bar interessanti, dove lavorano barman preparati e appassionati con cui potrai confrontarti e crescere.

La cosa divertente è che alcuni di questi cocktail bar sono stati aperti proprio da bartender italiani, come il The Owl, inaugurato dal romano Alessandro Melchiorri (29 anni) che ha deciso di creare un’esperienza “Custom made”.

Al The Owl infatti non c’è una drink list, ma ogni cocktail è unico e irripetibile, miscelato secondo i gusti del cliente che lo sorseggia.

barman in Romania
barman in Romania

Alessandro Melchiorri non è il solo italiano ad aver aperto un’attività in questo paese e il motivo è semplice: aprire un’impresa in Romania è molto facile.

Se l’idea ti attira, dovrai lavorare sodo, creare la tua lista clienti e avviare una carriera come Barman PR (conosci già questa nuovissima figura professionale nel mondo degli eventi? Scoprila qui) solo a quel punto sarai in grado di iniziare un business tutto tuo e aprire un locale di successo in Romania.

A questo punto, la sola cosa che ti resta da capire è quale città scegliere! Ecco qui una carrellata delle soluzioni più interessanti per la tua carriera da barman.

Dove vivere e lavorare in Romania come Barman?

Bucarest

vivere a bBucarest
Vivere a Bucarest

Bucarest è la capitale e la città rumena più grande e più prospera.

Centro finanziario, industriale e culturale del paese, offre molte opportunità lavorative, ma è una città dinamica, viva e super giovane.

Bucarest difficilmente viene annoverata tra le mete europee più interessanti per un’esperienza all’estero, ed è un vero peccato perché invece è una città sorprendente, con mille aspetti diversi, tutti da scoprire.

Inoltre, il centro storico è pieno zeppo di locali dove turisti e residenti tirano tardi la notte e dove potrai metterti alla prova dietro al bancone.

Brasov

vivere a Brasov
Vivere a Brasov

Nel cuore della Romania, Brasov è una destinazione perfetta per chi lavora nel campo dell’hospitality.

Attira migliaia di turisti appassionati di sport invernali, inoltre l’appuntamento annuale del Golden Stag è una calamita per musicisti e gruppi di fama internazionale che vengono a suonare e fare festa.

Brasov è sicuramente un’ottima scelta per la ricerca di lavoro e per cogliere al volo grandi opportunità professionali in ambito turistico.

Cluj

Vivere in Romania
Vivere in Romania

Terza città più grande del paese, è anche una meta universitaria (e quindi MOLTO giovane). Scegliendo questa destinazione, ti troverai spesso fiumi di studenti assetati al bancone!

Cluj è una delle città più scelte dagli stranieri anche perché è dinamica e culturalmente molto ricca, senza contare che è un vero e proprio gioiellino, come puoi vedere dalla foto.

Ma che ti serve per lavorare e vivere in una di queste città?

Gli italiani che si trasferiscono in Romania non hanno bisogno di visti o permessi particolari, dopo 90 giorni dal tuo arrivo, però, dovrai segnalare la tua presenza sul territorio alle autorità locali e dovrai richiedere il CNP (cod numeric personal).

Per ottenerlo devi semplicemente inoltrare la domanda all’Ispettorato Generale per l’Immigrazione, inviando:

  • la domanda compilata
  • una copia del documento d’identità
  • una prova di residenza (ad esempio il contratto d’affitto)
  • Copia del contratto di lavoro (o un estratto conto della banca rumena che hai scelto)
  • l’assicurazione sanitaria

Il permesso di residenza che otterrai dura 5 anni, ma una volta terminato, potrai richiedere il visto permanente che ti verrà rilasciato senza problemi o estenuanti procedure burocratiche.

Per lavorare in Romania è inoltre necessario un visto lavorativo, di cui però si occuperà il tuo futuro datore di lavoro!

Mentre tu prendi la decisione che può cambiarti la vita, ti lascio qui un video per farti vedere la meravigliosa Romania e i suoi paesaggi!

Vivere in Romania

Cos’è Cambiato con il Covid?

Dal 9 marzo 2022 l’ingresso in Romania non è più soggetto a restrizioni.
Ai viaggiatori in entrata non viene richiesto il Certificato digitale Covid-19 (certificato verde) e non è previsto l’isolamento fiduciario.

All’interno del paese la situazione è tornata alla normalità: tutte le misure sanitarie per la COVID-19 sono state revocate e il “certificato digitale dell’UE di COVID-19” non è più necessario per accedere agli spazi pubblici.

Ci sono ancora misure “raccomandate”, ma non obbligatorie come:

  • indossare la mascherina in spazi aperti affollati, sui trasporti pubblici, in spazi chiusi a rischio come strutture sanitarie e scuole
  • evitare gli spazi affollati
  • lavare e disinfettare le mani regolarmente
  • effettuare un test se si verificano sintomi di COVID-19
  • Autoisolamento in caso di positività

Come vedi, ormai viaggiare non è più un problema e potrai vivere e lavorare senza problemi in questo paese, così come in tutti gli altri presenti nella nostra guida.

Come dico sempre, fare un’esperienza all’estero come barman, anche se breve, arricchirà tantissimo il tuo curriculum e ti permetterà di fare carriera più velocemente una volta tornato in Italia, o nel prossimo paese in cui deciderai di vivere.

Prendi coraggio e provaci, non hai davvero niente da perdere!

Quindi punta il dito sulla mappa, parti e poi fammi sapere come va!!

Crescere e aiutare gli altri a crescere, sempre.

Ilias Contreas

Co-fondatore MIXOLOGY Academy

PS: Ovviamente, se pensi che la Romania non sia il posto più adatto a te in questo momento, allora dai un’occhiata agli altri paesi presenti nella nostra Guida Interattiva sul Lavoro per Barman all’estero.


Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *