Lavorare alle Maldive come Barman

Lavorare alle Maldive come Barman

“Basta, mollo tutto e vado a vivere alle Maldive!”

Quante volte hai detto o pensato questa frase?
E perché non farlo? Forse è arrivato il momento, non credi?

A volte non è sufficiente sognare di vivere la vita dei nostri sogni, bisogna uscire a costruirla. Soprattutto quando hai imparato un mestiere come quello del barman che ti permette di viaggiare il mondo e di scegliere sulla mappa il paese che più ti attira. E partire.

Immagino che cambiare vita ti spaventi un po’, ma considerando la situazione che stiamo vivendo in Italia e il miraggio sempre più opaco di un ritorno alla normalità, forse è proprio arrivato il momento di riprendercela la nostra normalità, andando in un paese dove puoi lavorare e crescere come professionista!

Non è impossibile, devi solo saper scegliere e informarti prima di partire, ed ecco perché ho iniziato a scrivere per te la Guida Interattiva sul Lavoro all’Estero per Barman, parlandoti di paesi dove è possibile lavorare e vivere bene. Adesso, e non fra qualche mese o anno!

Cercando di darti più dettagli possibili su ogni paese in modo che tu possa scegliere quello più adatto a te. Un luogo dove puoi ricominciare ad assaporare la sensazione impagabile di lavorare dietro al bancone e far felici i tuoi clienti con i tuoi buonissimi cocktail.

Tra tutte le mete che puoi scegliere, le Maldive sono uno di quei posti che credi di poter guardare solo in foto su Instagram, mentre ti stupirà quanto può essere semplice trasferirsi e iniziare proprio lì la tua prossima emozionante avventura..!

La caratteristica principale delle Maldive è quella di essere un vero e proprio paradiso terrestre. E a dirlo non sono solamente io, ma gli stessi motori di ricerca: prova a cercare su Google Immagini “paradiso terrestre” e vedrai che molte delle fotografie che ti appariranno saranno degli scatti delle Maldive.

Si tratta infatti di un arcipelago di atolli, delle micro-isole con spiagge di un bianco accecante circondate dal mare più celeste che tu possa immaginare. Per non parlare della fauna semplicemente incredibile che rende questi posti a dir poco magici.

Per un turista che cerca di staccare la spina dallo stress della città, le Maldive sono un’esperienza ai limiti della perfezione, ma a mio modestissimo avviso solo se presa a piccole dosi.

La prima volta in cui ci sono stato in vacanza, infatti, dopo nemmeno 3 giorni dall’arrivo avevo avuto la sensazione di trovarmi in una “stupenda prigione a cielo aperto”… E in effetti quando vivi 24 ore su 24 su un atollo insieme a qualche centinaio di persone e l’unico modo per spostarti è prendere un aereo o farti una navigata di 30 minuti o più, a seconda di dove ti trovi e dove vuoi/puoi andare, allora fidati che rischi di sentirti un poco limitato, per quanto privilegiato. So che può sembrarti strano detto da me, dal momento che vivo in un luogo tropicale, ma la vita da spiaggia e cocktail con gli ombrellini può diventare stancante, o quanto meno monotona se non hai un’attività (come ad esempio un lavoro) a tenerti impegnato.

Quello che cerco di dirti è che le Maldive sono senza dubbio uno dei posti più belli del mondo, ma devi essere pronto ad affrontare i limiti imposti dalla natura e dalle condizioni che troverai. Soprattutto se lavori e quindi vivi nell’atollo di un grande Resort, perché quella sarà la tua casa, il tuo villaggio e il 95% della tua vita.

Anche un’esperienza professionale in un posto del genere, per come la vedo io, può durare dai 6 mesi ad 1 anno, non oltre, ma io e te siamo persone diverse con i propri gusti, interessi e necessità, per cui spero che le curiosità e le informazioni che troverai in queste righe ti siano di aiuto per non sbattere la testa – e magari affrontare questo tipo di avventura con la giusta consapevolezza e apertura mentale.

Il consiglio che voglio darti è di andare, goderti al 100% l’esperienza senza porti dei paletti a priori, e quindi restare finché sentirai di alzarti dal letto col sorriso ogni mattina vissuta lì. Questo è lo spirito che dovrebbe accompagnarti sempre, in ogni momento della tua esistenza, indipendentemente dal fatto che ti trovi nella città in cui sei nato o nell’Oceano Indiano, a migliaia di kilometri di distanza da casa.

Vivere e lavorare alle Maldive
lavorare alle Maldive come Barman
barman alle Maldive

Uno dei grandissimi vantaggi del vivere e lavorare alle Maldive è quello di godere di una temperatura invidiabile tutto l’anno.
Puoi dire addio per sempre a maglioni, giubbotti, sciarpe e guanti. La media delle temperature è di 29/32 °C di giorno e di 25/26 °C di notte. Non male davvero!

E lo stile di vita?

Se in Italia per vivere ogni mese si spendono mediamente 1.000 Euro a testa, mantenendo lo stesso tenore di vita alle Maldive se ne spendono meno di 600. Una bella differenza, se poi pensi che le Maldive sono un paradiso fiscale e non c’è iva, né tassazione sui redditi. Inoltre, facendoti assumere in un grande Resort, non dovrai nemmeno pagare per vitto e alloggio, permettendoti di mettere da parte un gruzzolo non indifferente dello stipendio (e delle mance) durante la tua permanenza.

Facendo un po’ di ricerche ho scoperto che l’età media alle Maldive è molto bassa, ci sono più giovani rispetto agli anziani, e nonostante il tasso di immigrazione sia bassissimo (dello 0,6%) la popolazione è molto ospitale con gli stranieri. La religione prevalente è quella musulmana, per cui potresti ritrovarti alcuni colleghi restii al consumare alcol durante i turni liberi, ma questo potrebbe essere solo che un bene per il tuo fegato e per il tuo portafogli! 🙂

Insomma, se ti ho convinto e pensi che un’esperienza in un atollo da cartolina sia più intrigante che startene a casa con mamma e papà, soprattutto in un periodo del genere con tutte le difficoltà che stiamo attraversando in Italia, scopri subito come fare per trasferirti e lavorare alle Maldive!

Come ottenere il visto di lavoro alle Maldive?

Partiamo col dire che la domanda non devi farla tu, ma il tuo futuro datore di lavoro, e già qui la cosa si fa snella e interessante.

Ma devi avere certi requisiti.

Requisiti di ingresso per il visto di lavoro:

1. Una copia della pagina dei dati biografici del passaporto (validità di almeno 1 anno);

2. Un contratto di lavoro di una durata non superiore a 90 giorni dalla data di arrivo;

3. Il viaggiatore deve fornire la stessa menzione del passaporto nell’approvazione per l’occupazione;

4. Carta di sbarco approvata da Maldives Immigration all’arrivo in aereoporto;

5. Certificato di vaccinazione contro la febbre gialla.

Una volta sicuro di avere tutti i requisiti, il datore di lavoro può presentare la domanda di visto con questi documenti:  

1. Passaporto del dipendente;

2. Copia dell’Approvazione per l’occupazione;

3. Commissione della carta Visa di lavoro, MVR50;

4. Foto formato tessera (la foto deve essere conforme allo standard della fototessera per l’immigrazione delle Maldive e deve essere una foto recente);

5. Rapporto di screening sanitario medico del dipendente rilasciato da un ospedale  autorizzato dall’autorità governativa competente;

6. Ricevuta di presentazione del visto di lavoro (IM29).

Maldives Immigration ha introdotto il servizio di visto di lavoro online, quindi, i datori di lavoro e le agenzie di reclutamento devono richiedere il servizio tramite l’Xpat Online System.

Con questo miglioramento, il visto verrà elaborato entro 48 ore dalla presentazione della domanda.

Quando la domanda viene elaborata, i candidati possono richiedere un appuntamento online per presentare i passaporti per il visto.

Il processo di visto richiederà 3 giorni lavorativi e il richiedente verrà informato quando il passaporto sarà pronto per il ritiro.

Fonte: https://immigration.gov.mv/

COSA E’ CAMBIATO CON IL COVID?

A meno che tu non sia cittadino delle Maldive, all’arrivo dovrai presentare un risultato al test PCR (tampone) negativo fatto entro le 72 ore precedenti all’arrivo; la quarantena è stata abolita e nel caso tu sia vaccinato potrai soggiornare a tuo piacimento in qualsiasi hotel o guest house, almeno fino a che non troverai una soluzione definitiva.

Oltre ad avere con te la prova fisica del risultato del test, dovrai anche allegarlo al modulo di Dichiarazione sanitaria del viaggiatore che deve essere presentato online entro 24 ore prima dell’arrivo.

Tutti i passeggeri che lasciano l’aeroporto all’arrivo saranno sottoposti a un controllo sanitario.

FONTE:  https://edition.cnn.com/travel/article/maldives-travel-covid-19/index.html

FONTE:  https://www.garda.com/crisis24/news-alerts/438156/maldives-officials-intensify-restrictions-overnight-curfew-in-greater-male-from-feb-3-other-measures-continue-update-30

Crescere a aiutare gli altri a crescere, sempre.

Ilias Contreas

Cofondatore della MIXOLOGY Academy

PS. Se pensi che le Maldive non siano il posto più adatto a te in questo momento, allora dai un’occhiata agli altri paesi presenti nella nostra Guida Interattiva sul Lavoro per Barman all’estero


Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *