Lavorare in Grecia come Barman

Lavorare in Grecia come Barman

Vivere e Lavorare in Grecia

Non so se lo sai, ma io ho origini greche e per anni questo paese è stata la mia seconda casa. Da quando avevo tre mesi, fino intorno ai 12 anni, ci andavo per trascorrere il Natale e qualche settimana estiva.

Avendola vissuta fin da piccolo e con la mia famiglia, posso dire di averla girata “abbastanza”. Stavamo principalmente ad Atene e dintorni, ma ho visitato anche Rodi, Corfu, Cefalonia, Mykonos, Santorini, Creta, l’isola di Kios che è dove è nata mia madre, e una quantità di altre isole, città e villaggi dall’estremo sud ovest fino al confine con la Turchia.

Insomma, ho visto quasi tutto e mi sembra arrivato il momento di parlarti di questa destinazione per spiegarti che la Grecia può essere la tua nuova casa all’estero, sia che tu preferisca la calma e la tranquillità, sia che tu voglia andare in una delle mete dove la movida e il turismo la fanno da padroni.

Con le sue moltissime isole paradisiache, la Grecia è una delle mete più ambite e non solo per le vacanze.

Sicuramente è famosa per la sua storia e per le sue città ricche di cultura e se ti sta frullando per la testa di trasferirti proprio qui, il mio consiglio è di scegliere in maniera accurata il posto in cui ti sentiresti più a tuo agio. Magari proprio Atene, che pur essendo più costosa se paragonata al resto della Grecia, è comunque parecchio più economica rispetto ad una grande città italiana, oltre a vantare una grande offerta per quel che riguarda il mondo della notte. Tant’è che negli ultimi 10 anni nella capitale greca hanno aperto tantissimi locali e cocktail bar dove il livello di miscelazione è anche piuttosto alto!

Nelle piccole isole greche si vive davvero benissimo perché è tutto a misura d’uomo, un po’ come una volta, ma d’altro canto potresti ritrovarti a cercare lavoro per un bel po’ prima di trovarlo e sarà più complicato farti assumere visto che non potrai non conoscere anche il greco come lingua. Al contrario, nelle mete più turistiche e affollate la domanda di bartender è senza dubbio più elevata e si accontentano che tu sappia almeno l’inglese.

Per questo motivo, decidere di andare a fare un’esperienza di lavoro in Grecia, magari proprio per la stagione estiva, è sicuramente un’ottima idea e un buon modo per te per ampliare e rendere ancora più competitivo il tuo curriculum.

Tra l’altro, è vero che la crisi economica ha messo a dura prova il paese, ma l’altro lato della medaglia è che proprio grazie alla crisi economica il costo della vita è crollato, gli affitti sono molto bassipuoi trovare case in affitto anche a meno di 400 euro al mese – e se decidessi di iniziare una tua attività, il tutto risulterebbe relativamente facile e poco dispendioso.

Un ambito in cui la Grecia non ha mai avuto difficoltà è proprio il turismo: ogni anno in migliaia arrivano da tutto il mondo scegliendola come destinazione, e gli stessi greci sono un popolo che si gode la vita senza dover andare oltre i propri confini, quindi sulla carta non sarebbe una cattiva idea aprire lì una TUA attività.

Certo, non prima di aver capito gli errori da non fare e aver seguito i preziosi consigli di Luca Malizia sul gruppo di Barman PR, il percorso per eccellenza per passare da barman-dipendente ad imprenditore.

Per quel che riguarda la popolazione, i greci sono molto espansivi e accoglienti, un po’ come le persone che puoi incontrare nel nostro sud Italia, quindi presumo che ti sentirai subito a tuo agio.

L’unico vero ostacolo potrebbe essere quello della lingua: è importantissimo sapere l’inglese (ti sei già iscritto al gruppo di Shake your English su Facebook?), ma il greco ti permetterebbe di integrarti meglio e cogliere ancora più opportunità di lavoro su tutto il territorio, oltre che nelle località più turistiche.

Quindi prima di partire sono fondamentali 3 cose:

  1. Ripassa l’inglese;
  2. Inizia a studiare il greco, magari utilizzando Babbel, l’app che ha aiutato me ad imparare lo spagnolo quando mi sono trasferito in Costa Rica;
  3. Scegliere l’isola in cui vuoi andare a vivere quest’avventura!

E a proposito di questo: quali sono le isole più belle della Grecia?

Intanto ti faccio sognare un po’ con le immagini nel video qui sotto:

10 posti da vedere in Grecia

Le isole greche non sono tutte uguali, anzi, possono essere molte diverse fra loro. Ognuna ha le sue caratteristiche ed è importante che tu cerchi di capire qual è quella in cui potresti trovarti meglio – almeno sulla carta, poi starà anche a te girarle un po’ e scegliere un punto di arrivo, seppur temporaneo.

Devi tenere in considerazione le tue preferenze, ma anche il costo della vita e l’efficienza dei servizi.

Vediamo di mettere insieme le isole più famose in modo che tu possa almeno farti un’idea di base.

Lavorare a Creta come Barman
Creta

Creta

Creta è l’isola più grande della Grecia ed oltre alle splendide spiagge è anche un luogo pieno di cultura e meraviglie naturali. La vita notturna è vivace e divertente e ci sono moltissimi bar, cocktail bar e locali in cui andare a lavorare, o a divertirsi durante il giorno di riposo! ?

Anche la natura di Creta è notevole: tra gole, spiagge splendide, scenari esotici e laghi naturali, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Rodi

Rodi insieme a Creta è l’ideale per gli amanti del mare e della cultura, ma è anche molto apprezzata per la movida, ecco perché è spesso scelta da turisti di tutte le età.

La città vecchia di Rodi è uno spettacolo incredibile. Risulta imponente e impenetrabile, ti colpirà il color ocra, le porticine che danno accesso al porto e anche imbattersi in antichi minareti e bagni turchi.

Proprio a Rodi tra l’altro si trova Moravio Bilardi, nostro ex corsista che ci vive e lavora come barman in un hotel da 4 anni. Qui trovi la sua intervista!

Kos

Kos è un’isola molto piccola, ma estremamente famosa, infatti è una delle principali scelte dei giovani per la vita notturna.  

Kos è anche conosciuta come ”la piccola Rodi” e offre, cultura, divertimento, e belle spiagge. Un ottimo punto a favore è che i prezzi sono davvero contenuti e oltre a questo, essendo molto piccola, si può girare tranquillamente in scooter!

Santorini

Santorini è l’isola romantica per eccellenza. Con le sue casette bianche dai tetti blu è scelta dalle coppie di tutto il mondo come meta per le vacanze. Quello che colpisce maggiormente è il suo paesaggio spettacolare, i tramonti sulla Caldera e l’inconfondibile stile architettonico delle Cicladi.

Col passare degli anni Santorini è diventata un must per la gente altolocata, portando quindi anche le strutture a investire per accogliere un pubblico straniero piuttosto esigente, e questa per te potrebbe essere un’opportunità da non sottovalutare…

Lavorare a Santorini come Barman
Santorini

Di contro, il mare e le spiagge non sono tra le migliori visto che è un’isola vulcanica, infatti l’acqua non è molto limpida e le spiagge sono di sabbia scura.

Ecco perché se sei un amante delle spiagge paradisiache dovresti scegliere Ios o Mykonos.

Mykonos

Mykonos è l’isola per eccellenza del divertimento con i migliori locali e una vivace vita notturna.

Nonostante questo, il mare è stupendo e le spiagge sono molto affollate. L’unico difetto di quest’isola è che, proprio per l’elevato numero di turisti che ci viene, i costi sono decisamente più alti rispetto ad altre località della Grecia.

Con le tipiche case bianche dagli infissi variopinti, Mykonos sarà un vero e proprio colpo di fulmine perché è vivace e trasgressiva, ma allo stesso tempo rilassante e romantica.

Ios

Un’altra meta del divertimento, ma una versione meno costosa rispetto a Mykonos. Ios è molto ambita dai giovanissimi, ma negli ultimi anni l’età media dei turisti si è alzata e quindi il governo sta migliorando i servizi.

L’isola è molto piccola, quindi anche in questo caso potrai girarla su due ruote e godertela in maniera più rilassata rispetto alle grandi città.


Qualsiasi isola tu scelga sarai affascinato dai tramonti, stimolato dai paesaggi e dalla cultura che trasuda il posto, per non parlare dell’ottimo cibo!

Personalmente io potrei vivere solo di Moussakà, uno dei tipici piatti greci, che è una parmigiana di melanzane un po’ rivisitata, che ok, non è propriamente un piattino leggero, ma sicuramente una delle cose più buone mai mangiate!

Qualche tempo fa ho parlato con Moravio, un corsista dell’accademia che ora si trova proprio in Grecia e che mi ha raccontato come si vive da quelle parti.

E se arrivati fin qui ti ho un po’ ti ho convinto, c’è solo una cosa da capire ancora.

Che documenti servono per vivere in Grecia?

I cittadini provenienti da altri paesi dell’UE non necessitano di particolari documenti se intendono trattenersi per meno di 90 giorni.

Se invece si ha intenzione di stare più a lungo e trovare un lavoro, è necessario ottenere il numero di previdenza sociale e, successivamente, ottenere il certificato di registrazione/residenza (facendo richiesta presso una stazione di polizia) entro 90 giorni.

Per ottenere questo certificato sono necessari un documento di identità valido, il contratto di affitto e quello di lavoro. Oppure, nel caso in cui non si lavori (ancora), è necessario dimostrare di avere un reddito sufficiente a mantenersi.

Visti i prezzi contenuti ti consiglio anche di fare un’assicurazione sanitaria privata che copra le cure mediche. Le strutture sanitarie pubbliche locali sono insufficienti e spesso inadeguate, e in un periodo storico del genere questo è un aspetto su cui non mi sento di lesinare.

COSA E’ CAMBIATO CON IL COVID?

Nel 2020 la Grecia ha accolto solo un quarto dei suoi normali visitatori e non può permettersi anche quest’anno di perdere introiti, anche perché l’economia del paese fonda le radici proprio nel turismo.

Per questo dal 15 di Giugno 2021 la Grecia ha riaperto gli ingressi delle persone provenienti dai paesi dell’area Schengen e sarà sufficiente compilare un modulo di identificazione almeno un giorno prima di entrare nel paese.

Questo modulo richiede informazioni dettagliate del viaggiatore che deve dichiarare il paese di partenza, l’eventuale permanenza in altri paesi e l’indirizzo di permanenza in Grecia.

Nel caso in cui l’indirizzo sia provvisorio non è un problema, ma deve essere quello in cui possono rintracciarti nelle 24 successive al tuo arrivo.

Una volta compilato il modulo riceverai via mail un QR code da mostrare all’arrivo.

Per lavorare nella ristorazione, hai bisogno del Green Pass.

Se vuoi il mio consiglio spassionato, armati di coraggio e mettiti seriamente a cercare tra le offerte di lavoro in Grecia (o in una delle altre mete della nostra guida) che propone Bartender Job, la nostra agenzia del lavoro gratuita per barman. Non rimanere con le mani in mano, vai a esplorare il mondo e a fare esperienze che ti facciano crescere come professionista, oltre che come persona!

Crescere a aiutare gli altri a crescere, sempre.

Ilias Contreas

Cofondatore di MIXOLOGY Academy

PS. Se pensi che la Grecia non sia il posto più adatto a te in questo momento, allora dai un’occhiata agli altri paesi presenti nella nostra Guida Interattiva sul Lavoro per Barman all’estero

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *